13-07-2017

Asmara una città modernista in Africa UNESCO World Heritage

Sailko, Edward Edison,

Roma, Asmara, Eritrea, Milano,

Heritage,

L'UNESCO ha riconosciuto il valore del patrimonio di architetture moderniste della capitale dell'Eritrea e ha iscritto la città africana nella lista del World Heritage, Asmara è ora Patrimonio dell'Umanità.



Asmara una città modernista in Africa UNESCO World Heritage

L'8 luglio la 41ª sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO riunita a Cracovia, in Polonia, ha deciso: Asmara è ufficialmente iscritta nella lista del World Heritage. La Commissione dell'UNESCO ha riconosciuto il valore dei siti architettonici e storici della città, e dell'ambiente urbano nel suo complesso, la capitale dell'Eritrea è ufficialmente Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Una giornata storica per la città, fondata nel XII secolo dall'unione di quattro villaggi, e sviluppatasi a partire dal 1890 sotto il dominio coloniale italiano. Il governo italiano aveva fatto di Asmara, il proprio avamposto militare, sfruttando la posizione geografica della città che sorge su un altopiano a più di 2000 m sul livello del mare.
Sotto il dominio italiano Asmara conobbe un forte sviluppo edilizio, in particolare negli anni trenta con la costruzione di numerosi edifici: governativi, residenziali, commerciali, luoghi di culto (chiese, sinagoghe e moschee), cinema, hotel; costruzioni che riprendevano lo stile razionalista italiano e valsero alla città l'appellativo di “piccola Roma”.

L'Asmara Heritage Project, comitato promotore dell'iscrizione di Asmara nel World Heritage, ha attuato un progetto in collaborazione con il Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, per la valorizzazione dei circa 4300 edifici storici della città su un'area di 480 ettari attraverso un programma multidisciplinare. Il programma prevede diverse aree di intervento dalla pianificazione di norme e regolamenti, alla conservazione, protezione e valorizzazione del patrimonio costruito, dalla formazione di maestranze e artigiani qualificate per la salvaguardia alla sensibilizzazione del pubblico, fino allo sviluppo di una rete professionale di esperti e di organizzazioni locali e internazionali.

(Agnese Bifulco)

Fotografie:
1-2 © Sailko
3-9: © Asmara Heritage Project, (fotografo) Dr. Edward Edison

http://whc.unesco.org


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy