12-01-2015

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Progetti

Cemento, Legno, Vetro,

Nei dintorni di San Paolo (Brasile) sorge la Redux House, opera di Marcio Kogan e del suo studio mk27. Nella Redux House si leggono i tratti tipici del progetto di Marcio Kogan, le solette in cemento, i brise soleil in legno, la pianta libera, il dialogo tra esterno e interno.



Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Interessante esempio della poetica di Marcio Kogan (studiomk27) è la Redux house, nei dintorni di San Paolo del Brasile, dove Marcio Kogan ha costruito molte delle sue architetture più significative. Nella Redux House il progettista utilizza un sistema costruttivo basilare con solette in cemento e blocchi abitativi con funzioni specifiche che si innestano su una pianta libera e aperta sul paesaggio.

L’architettura di Marcio Kogan sembra ereditare quell’entusiasmo che si respirava negli Stati Uniti sul finire della Seconda Guerra Mondiale: allora l’America vincitrice proponeva un nuovo stile di vita, al passo coi tempi, fiducioso e positivista, che si traduceva in abitazioni con esigenze spaziali di integrazione tra esterno e interno, tra ambiente e ambiente. La semplicità costruttiva e l’esito formale della Redux House ricorda il programma Case Study Houses, in cui furono realizzate ville che ancora oggi definiremmo “da sogno” come la Hunt House di Craig Ellwood o come la Stahl House di Pierre Koenig. Del resto in gran parte dell’anno le condizioni climatiche di questa regione del Brasile non sono molto differenti da quelle della California del Sud.

Come nelle Case Study Houses, l’impiego delle due solette per soffitto e pavimento libera completamente la pianta della casa. I sottili pilastri strutturali sono celati all’interno di quattro box che suddividono gli ambienti per funzione (camere da letto, cucina e servizi, suite, garage e area tecnica). Vetrate a tutt’altezza su tre lati distinguono la zona giorno, che si affaccia sul blocco in cemento della piscina, disegnando uno scenario che occhieggia a quello abitativo della Los Angeles degli anni Cinquanta.

Costruita nel punto più alto di un declivio, la Redux House è progettata per godere al massimo della vista sul contesto naturale. Non c’è l’oceano in questo paesaggio, ma la campagna di Itatiba e una foresta a ovest della collina. La sua pianta a L è formata dal piano unico coperto e dalla piscina, un blocco in cemento di pianta rettangolare che si estende perpendicolarmente alla stessa quota: essendo costruita sulla cima, il lungo volume che contiene la vasca principia interrato, ma poi man mano esce dal terreno fino a risultare sospeso nel vuoto per un lungo tratto finale. Un effetto scenografico che non può non far pensare alle famosissime immagini della Stahl House scattate da Julius Shulman, in particolare quella in cui due eleganti signore borghesi conversano in un salone vetrato sospeso sulle mille luci della città di Los Angeles.


Marcio Kogan eredita i principi dell’International Style applicando variazioni nel proprio linguaggio. Egli scherma i quattro box con superfici in legno che si aprono a frangisole, salvando così il concetto della trasparenza e inserendo quello del totale oscuramento. Il tema della leggerezza, espressa con le strutture sospese, è trattato per contrasti nei punti in cui le due pesanti solette entrano in contatto con l’esterno e con gli altri elementi compositivi. L’interstizio tra la copertura e le pareti dei box interni, in cui la soletta poggia sui pilastri, non è soltanto funzionale al ricambio dell’aria e al passaggio della luce naturale, ma è anche un elemento formale che alleggerisce la gravità del piano. Il pavimento è sostenuto da travi arretrate rispetto al perimetro che sollevano visivamente l’architettura dal suolo lasciandola apparentemente sospesa.

Mara Corradi

Progetto: studio mk27 - Marcio Kogan + Samanta Cafardo
Collaboratori: Beatriz Meyer, carlos costa, laura guedes, mariana ruzante, mariana simas, oswaldo pessano, suzana glogowski, henrique bustamante
Committente: Privato
Luogo: Bragança paulista, San Paolo (Brasile)
Progetto delle strutture: Eduardo Duprat (Benedicts Engenharia)
Progetto degli interni: studio mk27 - Diana Radomysler
Progetto paesaggistico: Rodrigo Oliveira
Superficie utile lorda: 679 mq
Area del lotto: 6633 mq
Inizio Progetto: 2009
Fine lavori: 2013
Impresa costruttrice: Mfc Engenharia
Facciate in vetro e legno
Copertura in cemento
Struttura in cemento

Fotografie: © Fernando Guerra

www.studiomk27.com
ultimasreportagens.com


GALLERY

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)

Marcio Kogan (Studio mk27) e la Redux House a San Paolo (Brasile)


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy