11-11-2016

Xavier Portela. Organised Chaos.

Xavier Portela,

New York, USA,

Xavier Portéla è un fotografo belga-portoghese basato a Brussels.



Xavier Portela. Organised Chaos. Xavier Portéla è un fotografo belga-portoghese basato a Brussels. Arriva alla fotografia dopo una carriera da multimedia developer per raccontare il mondo attraverso le sue fotografie e filmati.

Addentrandoci nel campo della fotografia ci si rende conto che molti fotografi che vi proponiamo nella nostra rubrica arrivano alla loro professione attuale in seconda battuta dopo aver svolto altri lavori. Questo è anche il caso di Xavier Portela, fotografo belga-portoghese. Ha lasciato la sua occupazione come media developer per seguire la sua vera passione, la fotografia e cura da 2012 progetti di fotografia commerciale, di architettura e di urban photography.
La sua ricerca “Organised Chaos” rientra nella urban photography. La città è il terreno dove Xavier Portéla, fotografo autodidatta, ha iniziato a mettersi alla prova cercando nel contesto metropolitano il suo punto di partenza del racconto visivo.
Un racconto dominato dalla presenza inconfutabile del uomo che nonostante non sia rappresentato espressamente in questa serie di scatti si manifesta attraverso le architetture. Sono le icone di New York piuttosto che la rete stradale, la marea di luci di notte che testimoniano la volontà dell'essere umano di dominare il mondo che lo circonda trasformandolo con le briglie della civilizzazione in un “caos organizzato”. 
La macchina fotografica di Xavier Portela diventa, in linea con il nostro mondo soggetto allo strapotere delle immagini, il mezzo privilegiato per comunicare le sensazioni dell'artista nella giungla metropolitana, alla stregua di quel che scrisse Susan Sontag nel suo saggio “On Photography” (1973): The photographer is an armed version of the solitary walker reconnoitering, stalking, cruising the urban inferno, the voyeuristic stroller who discovers the city as a landscape of voluptuous extremes. Adept of the joys of watching, connoisseur of empathy, the flâneur finds the world 'picturesque`.” 
Xavier Portela però va ben oltre il ritratto del pittoresco perché immortalando un preciso istante egli ferma la vita frenetica urbana. Questo gesto risponde a quella sensazione suscitata da ambienti ad altissima densità, vedi New York, Tokyo o Hong Kong, dove ad un certo momento e ad un'osservazione più attenta si palesa invece l'armonia e funzionalità intrinseca di quello che a prima vista pare un caos. O come dice Xavier Portela: “You know that feeling when you stop in a street full of people going in all directions and you look around you like if everything was in slow motion, that’s what I tried to capture”. Immagini che catturano immediatamente la nostra attenzione, un invito a riflettere su ciò che potremmo definire il nostro proprio caos organizzato.

Christiane Bürklein (@chrisbuerklein)

Xavier Portela
http://xavierportela.com/


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy