06-09-2017

Museo della Comunicazione Berna, Kossmann.dejong

Thijs Wolzak,

Basilea, Bern, Switzerland,

Musei, Architettura e Cultura,

Kossmann.dejong,

Lo studio olandese Kossmann.



  1. Blog
  2. News
  3. Museo della Comunicazione Berna, Kossmann.dejong

Museo della Comunicazione Berna, Kossmann.dejong Lo studio olandese Kossmann.dejong, specializzato nell'architettura di esposizioni e mostre, ha realizzato l'allestimento della nuova mostra permanente del Museo della Comunicazione a Berna in Svizzera, riaperto oggi dopo un rimodernamento complessivo.


La comunicazione ha vissuto un'innovazione tale dall'avvento del digitale che il Museo della Comunicazione a Berna in Svizzera, nato dalla prima collezione dell'amministrazione postale elvetica di oggetti e documenti legati al servizio postale, ai trasporti e alla filatelia iniziata nel 1893, aveva deciso di ripensare la propria mostra permanente affinché offrisse ai visitatori un'esperienza museale al passo coi tempi. 
Alla fine di un'attenta selezione l'ex Museo delle PTT ha incaricato i creativi dello studio olandese Kossmann.dejong, noti ai nostri lettori per i loro interventi nell'ambito delle esposizioni e mostre volti a creare un'allestimento per favorire un maggiore coinvolgimento del pubblico e per allargare le proprie offerte. Insieme al costruttore Bruns e il designer multimediale Ijsfontein Kossmann.dejong ha sviluppato un nuovo concept della condivisione del sapere incentrato sul perché comunichiamo, come e con chi. “Tra segnali di fumo, smartphone e cyborg”, come si legge sul sito del museo, non si trovano solamente le oramai immancabili stazioni interattive, maxischermi e congegni misteriosi ma anche persone in carne e ossa, i comunicatori del museo quali mediatori tra fonte e ricettore.
La nuova mostra realizzata da Kossmann.dejong ci fa capire come la comunicazione unisce le persone e approfondisce gli effetti della comunicazione e delle sue tecnologie su storia e cultura. Dai piccioni viaggiatori e diligenze postali a WhatsApp, dai segnali morse ai telegrammi ai codici binari dei computer, gli emoji e i video: di cambiamenti ce ne sono stati davvero tanti negli ultimi tempi e ora hanno trovato il loro posto nella nuova mostra permanente del rinnovato Museo della Comunicazione a Berna.

Christiane Bürklein

Museo della Comunincazione, http://www.mfk.ch/
Berna, Svizzera
Credits
spatial and graphic design: Kossmann.dejong
engineering, build and hardware: Bruns BV, Atatech, Atelier Lorraine, Aerocom GmbH
media design: IJsfontein, Furbo, Cup
light design: Mati AG
film: VIA Projekte, Ton und Bild
animations: TUMULT
Anno: 2017 – riapertura al pubblico 19 agosto 2017
Immagini: Courtesy of Kossmann.dejong - ph. Thijs Wolzak

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy